Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /home/socialmediaitali/public_html/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 481
wholesale jerseys cheap nike jerseys cheap jerseys cheap throwback jerseys cheap nike nfl jerseys wholesale wholesale authentic soccer jerseys mlb jersey wholesale
giovedì , 23 novembre 2017
Home / LinkedIn / LinkedIn Intro inserisce info professionali fra i contatti della Mail di iOS. A rischio la privacy?
linkedin_05

LinkedIn Intro inserisce info professionali fra i contatti della Mail di iOS. A rischio la privacy?

LinkedIn ha creato un nuovo servizio: LinkedIn Intro. Modifica la casella di posta elettronica della Mail di iOS in modo da inserire informazioni professionali fra i contatti. Ma qualcuno teme per la privacy e per la diffusione dei dati personali.

LinkedIn ha deciso di inserire un nuovo servizio. Sul social network dedicato al cerca/trova lavora arriva la nuova app LinkedIn Intro. In pratica questo servizio ha modificato la casella di posta elettronica della Mail di iOS in modo che vi fossero inserite anche informazioni professionali dei contatti. Solamente che alcuni utenti adesso temono per la loro privacy e hanno paura che questo diffondersi di dati personali renda il servizio meno sicuro.

LinkedIn Intro è la nuova applicazione per iOS che permetterà agli utenti di integrare in via del tutto automatica le informazioni delle persone con cui stiamo parlando via email. L’app dovrebbe funzionare così: dopo averle consentito di attivarsi, le email che tramite Mail di iPhone vi arrivano o che inviate, vengono spostate sui server di LinkedIn, vengono analizzate e rispedite al mittente con in aggiunta tutte le informazioni relative alle persone coinvolte. Chi riceve l’email, dovrebbe ottenere una nuova firma con tanto di informazioni professionali aggiunte tramite questo passaggio.

Se per esempio questa persona è già iscritta a LinkedIn, ecco che verrà mostrato il profilo professionale e le sue connessioni. Tutto questo è stato reso possibile grazie all’acquisizione da parte di LinkedIn del plug-in Rapportive. Ovviamente questa funzione è utile per dare uno sguardo veloce alle info professionali delle persone con cui intratteniamo rapporti via mail, però qualche utente ha messo in dubbio la sicurezza di questo sistema.

Secondo i detrattori di LinkedIn Intro, i dati degli utenti in questo modo sarebbero spediti a destra e a manca, senza considerare il fatto che, in effetti, LinkedIn con questa procedura spia eltteralmente le mail delle persone. Cioè, legge le email, controlla che facciano parte del social network e poi ci aggiunge le informazioni professionali del caso. Che ne dite? Voi vi sentireste sicuri utilizzando un’app simile?

Sorgente: http://comunitadigitali.blogosfere.it

Commenti

Lascia il tuo commento