sabato , 29 aprile 2017
Home / LinkedIn / Green Jobs: come trovare un lavoro sostenibile su Linkedin in 8 mosse
picture-61

Green Jobs: come trovare un lavoro sostenibile su Linkedin in 8 mosse

Negli ultimi anni il boom dei social network ha investito tutti i campi della nostra quotidianità: dal modo in cui interagiamo con amici e conoscenti, a quello in cui ci informiamo, fino ad arrivare ai canali di ricerca di un posto di lavoro. In questo ambito, Linkedin si è rapidamente affermato come strumento per mettere in contatto domanda e offerta di lavoro qualificato, specie per quanto riguarda i cosiddetti green job. Ma come fare per utilizzarlo al meglio?

Prima di procedere con qualche dritta, è il caso di fare una premessa: la maggior parte delle aziende operanti in Italia utilizza ancora poco i social network nelle operazioni di reclutamento del personale. Ricerca e selezione avvengono in modo molto tradizionale, a partire dal classico CV e dal colloquio conoscitivo: ciò fa sì che, almeno per il momento, le potenzialità della rete Linkedin non siano sfruttate a pieno, anche semolti responsabili delle risorse umane si affidano ai profili online dei candidati in seconda battuta, per cercare conferma delle informazioni presenti sul CV.

Tuttavia, anche se non siamo nel cuore della Silicon Valley e Linkedin non servirà a trovare un lavoro più rapidamente, resta il fatto che è uno strumento necessario per fare una buona impressione, soprattutto se si è interessati ad un lavoro sostenibile, dato che le aziende della green economy sono generalmente più innovative di quelle “tradizionali”, privilegiano i contatti via internet e, in molti casi, ove possibile, propongono anche soluzioni di telelavoro.

Torniamo quindi alla domanda da cui siamo partiti: come utilizzare al meglio Linkedin per “fare colpo” su un’azienda green? La consulente americana Shannon Houde, oltre a raccontare di come suo marito abbia reinventato il proprio lavoro tramite Linkedin, trovando nella sua rete di contatti lo stimolo e il supporto necessari a diventare imprenditore, offre anche alcune dritte interessanti.

1. Una foto professionale per il profilo

Caricate una foto professionale, composta ma sorridente: la foto deve essere appropriata, non deve dire quanto siete belli o simpatici ma quanto siete adatti a ricoprire un determinato ruolo.

2. Una headline significativa

Componete una headline che, in 120 caratteri, vi descriva al meglio e dia il maggior numero di informazioni possibili sulla vostra professionalità (la headline è la brevissima descrizione che accompagna il vostro profilo quando compare nelle ricerche ed è quindi fondamentale per fare una buona prima impressione).

3. Il CV in sintesi

Inserite nel profilo una sintesi intelligente del vostro CV, magari scritta in prima persona, che includa le parole-chiave del settore in cui cercate lavoro (come sostenibilità, corporate social responsability…) e che metta bene in luce i vostri punti di forza e le vostre aspirazioni.

4. Tutte le vostre esperienze lavorative

Fornite tutti i dettagli delle vostre esperienze lavorative passate e presenti: non solo nomi di società e referenti, ma anche mansioni svolte, responsabilità assunte, capacità sviluppate… Ricordate che quello che scrivete è importante per promuovere il vostro profilo e spiegare alle aziende perché hanno bisogno proprio di voi e non di un altro.

5. Riempite tutte le sezioni!

Linkedin propone diverse sezioni (Lingue, Pubblicazioni, Competenze…): abbiate cura di riempirle tutte, mettendo bene in evidenza i vostri punti di forza.

6. Fatevi segnalare!

Fate in modo di ricevere più conferme possibili per le vostre competenze, da ex datori di lavoro ed ex colleghi che possano esprimere giudizi positivi su di voi.

7. Gruppi e aziende da seguire

Scegliete i gruppi a cui aderire e gli elementi da seguire sulla base delle vostre aspirazioni lavorative, in modo da rimanere sempre aggiornati sulle attività che più vi interessano (inclusi gli annunci di lavoro postati dalle aziende in cui vi piacerebbe lavorare) e da entrare in contatto con altri professionisti del settore.

8. Il network

Cercate di ampliare il più possibile il vostro network, per entrare in contatto con persone che lavorano in aziende di vostro interesse, ottenere informazioni e ampliare il più possibile i vostri orizzonti professionali.

Lisa Vagnozzi
Fonte: greenbiz.it

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia un commento